• de_DE
  • fr_FR
  • it_IT

Contattaci: 062 787 87 87 | info@domotec.ch

Lessico dell’energia per profani

Oggi vi presentiamo il lessico dell’energia creato appositamente per voi che spiega in modo facilmente comprensibile termini tecnici specifici del settore riscaldamento ed energia.
Studiando rapporti tecnici si possono imparare molte cose interessanti e utili da sapere. Sovente, però, gli autori non sono consapevoli di scrivere per non professionisti, e così fanno largo uso di termini tecnici senza fornire le dovute spiegazioni. Cosa si intende, ad esempio, per fabbisogno energetico primario o per tecnica di condensazione? Nei quattro contributi che seguiranno spiegheremo ogni volta tre o quattro termini tecnici del settore del riscaldamento e dell’energia.

Tecnica di condensazione

Questa tecnica consente lo sfruttamento doppio dell’energia che si libera durante la combustione di olio, gas, legna o pellet. A differenza delle caldaie a temperatura ridotta, in uso un tempo, la tecnica di condensazione recupera anche il calore residuo dei gas di scarico mediante condensazione del vapore acqueo in essi contenuto.

Fabbisogno energetico finale

Questo termine descrive la quantità di energia, espressa in kilowattora (kWh), necessaria al riscaldamento di un edificio, a prescindere dal consumo individuale. Il relativo valore tiene conto del fabbisogno di calore per il riscaldamento e del fabbisogno di acqua calda nonché delle perdite del sistema di riscaldamento e del sistema per l’approntamento di acqua calda.

Fabbisogno energetico primario

Questo valore corrisponde al consumo di energia globale del riscaldamento, della ventilazione, dell’acqua calda e degli apparecchi ausiliari in uso nell’impiantistica, ad es. pompe di calore. Il valore viene espresso in kilowattora per metro quadrato e anno (kWh/m2/a). Questo valore tiene conto anche dell’energia necessaria alla produzione e al trasporto di gas, olio, pellet di legno o corrente elettrica: la corrente elettrica aumenta il valore, la legna lo riduce. Quanto maggiore è la somma finale, tanto peggiore è il bilancio ecologico della casa.

Certificato energetico

Trattasi di un documento obbligatorio per immobili dati in locazione a privati. Può essere rilasciato soltanto da esperti accreditati e certifica sia il fabbisogno di energia finale sia il fabbisogno energetico primario di un edificio all’anno e per metro quadrato.

Un’opera di consultazione pratica

Come menzionato inizialmente, vi presentiamo le informazioni in modo “scaglionato”. Per evitare, però, che dobbiate stampare ogni singolo contributo assemblando il vostro lessico in modo faticoso, raggrupperemo tutti i termini in un quinto contributo presentandovi così un pratico vademecum. Non mollate, ne varrà la pena!